Coinvolgere più donne nella scienza Italia per aumentare gli investimenti in tecnologia

Secondo l’Agenzia di stampa dell’Unione europea, il 16 febbraio, ora locale, il presidente del Consiglio Draghi ha affermato durante un’ispezione del Laboratorio nazionale del Gran Sasso che l’Italia deve consentire a più donne di entrare nel campo scientifico.

Secondo i rapporti, Draghi ha affermato che troppo poche studentesse ora entrano negli istituti di istruzione superiore per scegliere scienza e ingegneria, solo meno di un quinto. Il governo investirà 1 miliardo di euro per promuovere l’insegnamento delle scienze e aumenterà al 35% la percentuale di ragazze che scelgono la scienza e l’ingegneria.

Draghi ha affermato che per sfruttare e realizzare il pieno potenziale della ricerca scientifica, è necessario fare affidamento su donne intellettuali che un tempo erano ai margini del mondo ma si sono unite alla comunità scientifica. I migliori posti di lavoro nella ricerca scientifica sono stati a lungo riservati agli uomini e dobbiamo superare gli stereotipi di genere.

Draghi ha sottolineato che nei 200 miliardi di euro del Piano nazionale per la ripresa e la ripresa (NRRP) finanziato dall’UE per la nuova epidemia di corona, circa 30 miliardi di euro saranno investiti in unità di istruzione e ricerca scientifica e gli istituti di ricerca scientifica diventeranno il centro di ricerca economica e scientifica risultati in crescita.

Resta inteso che il Laboratorio Nazionale del Gran Sasso italiano è uno dei quattro maggiori laboratori nazionali affiliati all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che è il centro di ricerca di fisica sotterranea in Italia.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Previous post Il prezzo del petrolio italiano sale al di sopra dei massimi degli ultimi 10 anni
Next post L’enorme onere del debito dell’Italia è pesante, il governo cerca di attuare la riforma delle pensioni