Hitachi ha firmato il contratto di fornitura di “Bluetune Train” con la Ferrovia Nazionale Italiana, e l’ordine massimo dovrebbe raggiungere 1,2 miliardi di euro

Il 21 settembre Hitachi Production Institute ha annunciato di aver firmato un contratto con Trenitalia, una grande azienda ferroviaria italiana, per la fornitura di nuovi treni, che utilizzano una modalità ibrida di alimentazione che combina la generazione di batterie e diesel. L’ordine più grande dovrebbe raggiungere 1,2 miliardi di euro. Saranno consegnati un massimo di 135 treni a 3-4 auto. Alcuni veicoli sono stati consegnati e la prima linea sarà aperta in Italia già a ottobre.
Si tratta del “contratto quadro” firmato dalla Ferrovia Nazionale Italiana per l’ordinazione di veicoli da Hitachi. Il nuovo veicolo “BlueTrain” è stato consegnato. Le linee con fili sono azionate dalla potenza trasmessa dai fili. Le sezioni senza elettrificazione sono azionate da generazione di energia diesel e batterie. Le emissioni di CO2 saranno ridotte di oltre il 50% rispetto ai veicoli esistenti.
Il metodo d’uso previsto è quello di guidare a gasolio nelle zone montane e di guidare a batterie con meno rumore nelle aree urbane e nelle stazioni vicine. La velocità massima è di 160 chilometri all’ora. Sarà inoltre dotata di sistemi per migliorare l’efficienza energetica attraverso il controllo della velocità e dei freni del treno, nonché di dispositivi di frenatura automatici in situazioni di emergenza.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Previous post Ventilatore a recupero di energia (ERV) Mercato per mostrare un’incredibile crescita entro il 2028 Analisi Covid-19
Next post La popolazione italiana potrebbe diminuire di quasi il 20% nel 2070