Iliad e WindTre in trattative per condividere la rete 5G italiana, che coinvolge 7.000 siti

I due operatori stanno discutendo di condividere i costi di implementazione del 5G nelle aree remote dell’Italia. Si dice che le due parti stiano creando una joint venture 50-50 del valore di 600-900 milioni di euro.

Iliad ha già un accordo di roaming nazionale con WindTre, ma dalla fine del 2016 ha costruito la propria rete in Italia. Ha acquisito lo spettro 5G-capable nell’ottobre 2018 e ha attivato 8.727 siti mobili e installato 9.700 siti mobili in Italia entro la fine del 2021.
Il gruppo ha recentemente tentato di fondersi con Vodafone Italia, ma quest’ultima ha rifiutato una prima offerta.

Nel 2021, la base di abbonati mobili di Iliad Italia è aumentata di quasi 1,3 milioni a oltre 8,5 milioni e l’azienda ora afferma di detenere almeno una quota del 10% del mercato mobile del Paese.

I ricavi del business italiano sono aumentati del 19% su base annua a 802 milioni di euro, mentre le perdite operative giornaliere sono diminuite del 40,4% a 248 milioni di euro.

Per la prima volta anche la controllata italiana ha dato un contributo positivo all’EBITDAaL consolidato, ha osservato Iliad.

La Francia rimane il mercato più grande dell’Iliade, con 13,6 milioni di abbonati mobili e 6,9 ​​milioni di abbonati fissi entro la fine del 2021. I ricavi sono aumentati del 3,8% a 5,1 miliardi di euro, mentre l’utile operativo giornaliero è aumentato del 3,7% a 958 milioni di euro.

Includendo le operazioni in Polonia, il fatturato consolidato del Gruppo Iliad è aumentato del 29,2% a 7,6 miliardi di euro. L’utile operativo giornaliero è aumentato del 106,3% a 1,2 miliardi di euro, mentre l’utile netto è aumentato del 25,1% a 526 milioni di euro.
L’indebitamento netto è aumentato del 3,5% a fine 2021 a poco più di 8 miliardi di euro.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Previous post Secondo quanto riferito, Intel ha aperto una fabbrica in Italia per ricevere un sussidio del 40%.
Next post La crisi energetica continua a colpire la zona euro, JPMorgan taglia le previsioni sul PIL di Italia e Spagna