La Spagna ha inflitto alle imprese farmaceutiche italiane un’ammenda di 10,2 milioni di euro a causa di prezzi eccessivi

Secondo Agence France Presse Madrid, l’agenzia spagnola di vigilanza sulla concorrenza ha annunciato il 14 che avrebbe inflitto una multa di 10,2 milioni di euro (circa 10,6 milioni di dollari) alla società farmaceutica italiana Lydia Ante, perché la società farmaceutica ha venduto un farmaco per malattie rare a un prezzo esorbitante.
Il Consiglio nazionale spagnolo per il mercato e la concorrenza (CNMC) ha affermato che, essendo l’unica impresa spagnola che fornisce farmaci per il trattamento del tenossantoma cerebrale (CTX), l’azienda ha abusato della sua posizione dominante.
Secondo il CNMC, meno di 50 persone in Spagna soffrono della malattia e devono prendere il farmaco a vita.
L’agenzia ha anche detto che LYDIANT ha il diritto esclusivo di vendere i principi attivi su cui si basa questo farmaco e ha addebitato al sistema medico nazionale spagnolo 14 volte il prezzo di “fondamentalmente gli stessi” farmaci venduti nel paese prima del 2010.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Previous post La Francia rafforza il controllo e “rappresaglia” contro l’Italia
Next post La crescita del CPI rettificata in ottobre è stata del 12,6% su base annua, prevista per essere del 12,80%