Omicron a Pechino potrebbe essere arrivato per posta dal Canada

Nell’ultimo sviluppo, i rapporti dei media locali cinesi hanno affermato che la variante Omicron di Covid potrebbe essere entrata a Pechino attraverso la posta contaminata dal Canada.

Il 15 gennaio, Pechino ha segnalato il suo primo caso di Omicron trasmesso localmente. Il complesso residenziale e il luogo di lavoro della persona infetta sono stati sigillati.

Il vicedirettore del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie di Pechino, Pang Xinghuo, ha affermato che la persona infetta ha ricevuto una lettera spedita dal Canada il 7 gennaio.
Ha inoltre rivelato che le autorità sanitarie hanno indagato sul posto dell’uomo come motivo dell’infezione quando hanno saputo che ogni tanto riceveva posta all’estero.

Tutti i dipendenti che sono entrati in contatto con la posta sono ora in quarantena. Finora otto persone sono risultate negative.

Mentre le autorità cinesi hanno ripetutamente affermato di aver rilevato il virus su importazioni contaminate, alcuni ricercatori e autorità sanitarie rimangono scettici su questo metodo di trasmissione. I ricercatori sostengono che il virus non sopravvive abbastanza a lungo sulle superfici.

Mentre i casi in Cina continuano ad aumentare, diverse città tra cui Xi’an e la provincia di Henan hanno imposto un blocco. Funzionari sanitari avevano messo la città di Xi’an sotto stretto blocco poiché la città ha registrato oltre 2.000 casi di Covid in un mese.

I funzionari sanitari cinesi avevano precedentemente imposto restrizioni nella città settentrionale di Tianjin mentre la variante Omicron si diffondeva nell’area.

Tianjin aveva segnalato 21 casi di virus a trasmissione nazionale mentre le autorità si erano mosse per reprimere il movimento dei residenti.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Previous post In una prima coppia dello stesso sesso a Taiwan adotta legalmente un bambino
Next post COVID-19 vieta la vendita pubblica dei biglietti per le Olimpiadi di Pechino