Ufficio Nazionale di Statistica: l’inflazione elevata e l’aumento dei prezzi dell’energia potrebbero ridurre ulteriormente la produzione industriale

Il 12 settembre, ora locale, l’Ufficio Nazionale di Statistica ha pubblicato dati che mostrano che l’indice di produzione industriale del Paese a luglio era di 104,4%, un aumento mese su mese dello 0,4% e un calo anno su anno dell’1,4%. Da maggio a luglio, rispetto ai tre mesi precedenti, l’indice della produzione industriale è diminuito dell’1,6%. L’Ufficio di Statistica prevede che la produzione industriale potrebbe ridursi ulteriormente nei prossimi mesi.
Le statistiche mostrano che la fiducia delle imprese italiane ha continuato a diminuire ad agosto, soprattutto nei settori manifatturiero e delle costruzioni. La ragione è l’incertezza economica causata dall’elevata inflazione, dalla crisi geopolitica e dal conseguente aumento dei prezzi dei prodotti energetici.

Marco

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Previous post Il mercato Sottoprodotti lattiero-caseari mostra una crescita sbalorditiva entro il 2028 con l’impatto del Covid-19
Next post Strumento di caricamento dati (DLT) Il mercato potrebbe vedere una grande mossa entro il 2028